61. Infanterie-Division

pagina precedentepagina seguente

Nota: Unità creata da Alessandro Nespoli che qui ringrazio sentitamente.

Origine: Wehrkreis I (Insterburg)

Gliederung:
1940
Infanterie-Regiment 151
Infanterie-Regiment 162
Infanterie-Regiment 176
Artillerie-Regiment 161
Pionier-Bataillon 161
Panzerabwehr-Abteilung 161
Aufklärungs-Abteilung 161
Infanterie-Divisions-Nachschubführer 161
11/1942
Grenadier-Regiment 151
Grenadier-Regiment 162
Grenadier-Regiment 176
Artillerie-Regiment 161
Pionier-Bataillon 161
Schnelle Abteilung 161
Infanterie-Divisions-Nachrichten-Abteilung 161
Kommandeur der Infanterie-Divisions-Nachschubtruppen 161
Fine/1943
Grenadier-Regiment 151
Grenadier-Regiment 162
Grenadier-Regiment 176
Artillerie-Regiment 161
Pionier-Bataillon 161
Schnelle Abteilung 161
Divisions-Füsilier-Bataillon 61
Infanterie-Divisions-Nachrichten-Abteilung 161
Kommandeur der Infanterie-Divisions-Nachschubtruppen 161

Divisions-Kommandeure:
08/08/1939-27/03/1942: General der Infanterie Siegfried Hänicke
27/03/1942-07/04/1942: Generalmajor Franz Scheidies
07/04/1942-01/02/1943: Generalleutnant Werner Hühner
01/02/1943-30/04/1943: Generalleutnant Günther Krappe
30/04/1943-01/05/1943: Generalleutnant Gottfried Weber
01/05/1943-11/12/1943: Generalleutnant Günther Krappe
11/12/1943-01/02/1944: Generalmajor Joachim Albrecht von Blücher
01/02/1944-??/10/1944: Generalleutnant Günther Krappe

Storia:

08/08/1939: Venne creata a INSTERBURG nel Wehrkreis I, come divisione di addestramento (Übungs-Division) dall’Artillerie-Kommandeur 1.

26/08/1939: Venne mobilitata come divisione della 2.Welle.

01/09/1939: Prese parte alla campagna di POLONIA (Polenfeldzug), dalla PRUSSIA ORIENTALE, era sottoposta al I. Armee-Korps della 3. Armee (HG Nord). Attraversava il confine con la POLONIA presso SOLDAU, e si diresse verso MLAWA.

02/09/1939: Il III./I.R.162 conquistava SOLDAU mentre il resto della divisione era ferma sulle posizioni intorno a MLAWA.

03/09/1939: Dopo un pesante fuoco di artiglieria divisionale e attacchi aerei, la divisione attaccava alle 17:30, le posizioni Polacche presso MLAWA e penetrava nelle posizioni nemiche. Nella notte le truppe Polacche arretravano a causa della pressione si propri fianchi.

05/09/1939: MLAWA venne conquistata.

06/09/1939: Un gruppo Motorizzato tentava di conquistare un ponte, che dai rapporti era stato indicato come non difeso, sul fiume NAREW presso PULTUSK. Alle 15:00 il gruppo avanzato incontrava una forte e ben preparata resistenza. La divisione attaccava verso PULTUSK con l’Infanterie-Regiment 176 sulla destra e l’Infanterie-Regiment 151 sulla sinistra. In serata l’attacco giungeva 2km prima di PULTUSK. Un attacco notturno al ponte sul NAREW falliva.

07/09/1939: Nel pomeriggio l’artiglieria costringeva le truppe Polacche ad abbandonare PULTUSK dopo aver fatto saltare il ponte sul NAREW. L’IR.176 e l’IR.151 formavano una testa di ponte con elementi della 11. Infanterie-Division a protezione del ponte in costruzione per far transitare i mezzi pesanti.

08/09/1939: Il grosso della divisione attraversava il NAREW.

09/09/1939: Incontrava resistenza presso WYSZKOW sul fiume BUG. Il tentativo di attraversare il fiume BUG a sud-ovest di WYSZKOW falliva a causa
del fuoco nemico.

10/09/1939: Con la 11. Infanterie-Division stabiliva teste di ponte sul BUG a WYSZKOW dopo una forte resistenza, e si spingeva verso MINSK-MAZOWIECKI, MAZK and KALUSZYN.

11/09/1939: Terminava l’attraversamento del BUG, e si diresse in direzione sud verso le regioni di MINSK-MAZOWIECKI e REMBERTOW.

12/09/1939: Avanzava sulla rotabile verso MINSK-MAZOWIECKI.

13/09/1939: Respingeva attacchi nemici ed in serata rilevava le posizioni della 11. Infanterie-Division.

14/09/1939: L’Infanterie-Regiment 162 superata una leggera resistenza in mattinata, iniziava ad avanzare in direzione di VARSAVIA (Warschau) incontrando una leggera resistenza delle retroguardie Polacche.

15/09/1939: Avanzava in direzione di REMBERTÓW e raggiungeva la periferia di PRAGA-POLNOC (Ora quartiere di VARSAVIA) dove si trincerava. Sulla sinistra aveva la 11. Infanterie-Division e sulla destra invece la 1. Infanterie-Division.

16/09/1939: In mattinata cessavano le ostilità dato che il Major Kiewitz (Kdr. I/.I.R.151) richiese alla città di VARSAVIA di arrendersi, ma i negoziatori Polacchi non lo incontrarono. Alle 12:00 iniziava nuovamente a sparare sulle posizioni Polacche. Alle 16:00 attaccavano nel punto di giunzione dell’I.R.151 and I.R.176 che venne fermato dalla 9./I.R.151 e dalla 11./I.R.176. L’attacco venne respinto dopo un intenso fuoco di Artiglieria.

16-27/09/1939: Ancora intenta all’assedio della città. Rimase a VARSAVIA fino alla capitolazione con compiti di sicurezza e di pulizia di reparti Polacchi sbandati.

27/09/1939: Venne inviata sulla linea di demarcazione con la zona della POLONIA ceduta all’UNIONE SOVIETICA.

05/10/1939: Si trovava a nord-est di WYSZKOW. Era ancora sottoposta al I. Armee-Korps della 3. Armee (HG Nord).

15/10/1939: Si trovava nell’area di ROZAN-MAKOW-PULTUSK.

11/1939: Ritornò in GERMANIA a presidiare il confine Occidentale, nell’area di COLONIA (Köln) -DÜREN- AQUISGRANA (Aachen).

12/1939: Era sottoposta al XVI. Armee-Korps della 6. Armee dell’Heeresgruppe B.

01/1940: Era in linea con il IV. Armee-Korps della 6. Armee (HG B).

02/02/1940: La 2. e 10. Batterien dell’Artillerie-Regiment 161 venivano cedute all’Artillerie-Regiment 291, il II./IR176 divenne il II./IR505 ambedue della 291. Infanterie-Division.

01/04/1940: Il Panzerabwehr-Abteilung 161 venne rinominato in Panzerjäger-Abteilung 161.

10/05/1940: Prese parte all’invasione della FRANCIA (Frankreich) direttamente sottoposta alla 6. Armee (HG B).

10-11/05/1940: 85 paracadutisti della 7. Flieger-Division atterrarono sulla fortezza di EBEN-EMAEL con degli alianti (tipo DFS 230). I paracadutisti mediante l’utilizzo di bombe e lanciafiamme distrussero i cannoni del forte per consentire alle truppe di terra di entrare. Il giorno successivo, furono raggiunti dal Infanterie-Regiment 151. Alle 13:30 dell’11/05, la fortezza si arrese e 1200 soldati belgi vennero catturati. FORT EBEN-EMAEL situata tra LIEGI e MAASTRICHT, nei pressi del canale Alberto, era considerata imprendibile ed era la chiave di volta delle difese Belghe.

05/1940: Avanzò dall’area di AQUISGRANA in direzione di MAASTRICHT. Oltrepassò la MOSA (Maas) ad ovest di MAASTRICHT. Battaglia in BELGIO ORIENTALE (Ostbelgien) e sul CANALE ALBERTO (Albert-Kanal).

06/1940: Avanzava passando per COURTRAI, il CANALE DI YPRES (Ypern-Kanal) e nella zona di MENEM (Raum Menein). Oltrepassava la SENNA (Seine), ARGENTAN, raggiungeva la BRETAGNA (Bretagne) nella zona di QUIMPER. Era direttamente sottoposta all’OKH.

15/05-05/06/1940: Le perdite della divisione in questo periodo ammontavano a 348 morti (di cui 17 Ufficiali), 1052 feriti (di cui 24 Ufficiali) e 22 Dispersi.

26/06/1940: Veniva utilizzata come forza di occupazione nella FRANCIA NORDOCCIDENTALE (Nordwestfrankreich) del controllo del CANALE DELLA
MANICA (französischen Kanal- und Atlantikküste).

06/1940: Venne sottoposta al XI. Armee-Korps della 4. Armee (HG C).

13/09/1940: Era sottoposta al XI. Armee-Korps della 6. Armee (HG D).

18/11/1940: Il III./IR151 divenne il I./IR685, lo Stab ed il III./IR162 divennero lo Stab ed il III./IR685, il III./IR176 divenne il I./IR686, tutti della costituenda 336. Infanterie-Division.

La 2./Kompanie dell’Pionier-Bataillon 161 venne ceduta per la costituzione Pionier-Bataillon 336 della 336. Infanterie-Division, venne sostituita da rimpiazzi. Il Panzerjäger-Abteilung 161 cedette lo Stab al Panzerjäger-Abteilung 113, e la 2./Kompanie al Panzerjäger-Abteilung 97, vennero sostituiti da rimpiazzi. Lo Stab del III./Abteilung con la 2. e la 5. Batterie dell’Artillerie-Regiment 161 venivano cedute all’Artillerie-Regiment 336 della 336. Infanterie-Division, anch’esse rimpiazzate.

12/1940: Era in linea col XXV. Armee-Korps della 6. Armee (HG D).

02/1941: Venne inviata in PRUSSIA ORIENTALE (Ostpreußen) e sottoposta alla 18. Armee (HG B).

03/1941: Era sottoposta al I. Armee-Korps della 18. Armee (HG B).

20/03/1941: Le venne assegnato il Feldersatz-Bataillon 161.

04/1941: Era in linea col XXVI. Armee-Korps della 18. Armee (HG C).

16/06/1941: Si trovava a sud di KLAIPEDA (Memel) ancora in linea col XXVI. Armee-Korps della 18. Armee dell’Heeresgruppe Nord.

22/06/1941: Iniziava l’invasione dell’Unione sovietica (Operazione Barbarossa) avanzando in LITUANIA (Litauen), passando per JELGAVA (Mitau), RIGA e TALLIN (Reval).

15/07/1941: Si trovava ancora in ESTONIA presso VÕHMA, avanzava in direzione nord-ovest, combattendo contro la 22. Divisione fanteria motorizzata Sovietica. Era ancora sottoposta al XXVI. Armee-Korps della 18. Armee (HG Nord).

06/08/1941: Venne sottoposta al XXXXII. Armee-Korps della 18. Armee (HG Nord).

16/08/1941: Il Feldersatz-Bataillon 161 venne sciolto. Le venne assegnato l’Infanterie-Divisions-Nachrichten-Abteilung 161.

02/09/1941: Da TALLIN si dirigeva verso l’istmo che si affaccia sull’isola di SAAREMAA (Osel), sul mar BALTICO. Era ancora sottoposta al XXXXII. Armee-Korps della 18. Armee (HG Nord).

14/09/1941: Iniziava l’attacco all’isola di MUHU , che veniva occupata il giorno successivo.

16/09/1941: Sbarcava sull’isola di SAAREMAA.

20/09/1941: Si trovava sull’isola di SAAREMAA, combattendo con i resti delle truppe Sovietiche asserragliate nella parte occidentale dell’isola. Era ancora sottoposta al XXXXII. Armee-Korps.

03-04/10/1941: L’isola di SAAREMAA venne conquistata.

09/09-05/10/1941: Le perdite tra soldati e sottufficiali, dell’intera divisione in questo periodo ammontavano a 388 Morti, 1272 feriti e 78 dispersi.

08/10/1941: Era ancora sull’isola di SAAREMAA sottoposta al XXXXII. Armee-Korps della 18. Armee (HG Nord).

12/10/1941: Sbarcava sul lato sud dell’isola di HIJUMAA.

22/10/1941: L’isola di HIJUMAA venne occupata totalmente, gli ultimi difensori Sovietici dell’isola vennero evacuati.

09/10/1941: Venne direttamente sottoposta alla 18. Armee (HG Nord).

21/11/1941: Era ancora alle dirette dipendenze della 18. Armee.

22/11/1941: Era TIKHVIN (Tichwin). Era sottoposta al XXXIX. Armee-Korps (mot.) della 18. Armee.

08/12/1941: Le truppe Sovietiche iniziavano l’attacco alla città di TIKHVIN, presidiata con la 18. Infanterie-Division (motorisiert).

22-23/12/1941: Si ritirava combattendo e raggiungeva CHUDOVO (Tschudowo) sulla sponda occidentale del fiume VOLKHOV. Era ancora sottoposta al XXXIX. Armee-Korps (mot.) della 18. Armee.

07/01/1942: La 2.Armata d’urto Sovietica (Gen. Vlassov) lanciava un attacco sulla sottile linea di difesa tedesca, nel punto di giunzione tra la divisione e la 21. Infanterie-Division sfondandolo. Le truppe Sovietiche cercavano con questa azione di liberare LENINGRADO accerchiata dalle truppe Tedesche.

22/01/1942: Combatteva con il I. Armee-Korps della 18. Armee.

01/03/1942: La 2.Armata d’urto Sovietica si era incuneata in profondità nel fronte del XXXVIII. Armee-Korps creando così il saliente di VOLKHOV (Wolchow). La divisione si trovava ancora presso CHUDOVO sul lato nord del cuneo Sovietico. Era ancora sottoposta al I. Armee-Korps della 18. Armee.

07/04/1942: Il Generalmajor Franz Scheidies, comandante della Divisione, venne ucciso da un cecchino presso GLUSCHITZA.

22-30/05/1942: Veniva chiuso l’ingresso del saliente creando la Sacca di WOLCHOW (Wolchowkessel), la 2.Armata d’urto e parte della 52. Armata
sovietiche si trovavano al suo interno.

06-07/1942: A causa delle perdite subite vennero sciolti i I./Bataillonen degli Infanterie-Regimenter, i III./ Bataillonen vennero rinominati per prenderne la numerazione.

01/07/1942: L’Aufklärungs-Abteilung 161 venne disciolto ed il suo Radfahr-Schwadron sottoposto al Panzerjäger-Abteilung 161, e successivamente ridenominato in Panzerjäger-Aufklärungs-Abteilung 161.

09/08/1942: Il Panzerjäger-Aufklärungs-Abteilung 161 venne ridenominato in Schnelle Abteilung 161.

15/10/1942: Il Infanterie-Divisions-Nachschubführer 161 venne rinominato in Kommandeur der Infanterie-Divisions-Nachschubtruppen 161.

01-03/1943: Battaglie difensive a sud del LAGO LADOGA (Ladoga-Sees), nello spazio MGA, SINYAVINO (Ssinjawino).

15/01/1943: Venne sottoposta al XXVIII. Armee-Korps della 18. Armee (HG Nord).

16/01/1943: Combatteva con il XXVI. Armee-Korps sempre con la 18. Armee.

02/1943: Era sempre sottoposta al XXVI. Armee-Korps.

01/03/1943: Tornò con il XXVIII. Armee-Korps della 18. Armee.

04-07/1943: Si trovava presso KIRISCHI.

15/06/1943: Venne nuovamente creato il Feldersatz-Bataillon 161.

08/1943: Prese parte alla 3. Battaglia difensiva a Sud del lago LADOGA, con il XXVI. Armee-Korps, sempre con la 18. Armee.

04/08/1943: La 3. Batterie dell’Artillerie-Regiment 161 divenne la Sturmbatterie 18 e sottoposta alla 18. Armee (HG Nord).

21/08/1943: Combatteva con il XXVI. Armee-Korps, sempre con la 18. Armee.

01/10/1943: Venne sciolto lo Schnelle Abteilung 161, solamente la 2./Kompanie rimase con la divisione. Venne creato il Divisions-Füsilier-Bataillon 61 utilizzando il Radfahr-Schwadron dello Schnelle Abteilung 161.

01/01/1944: Combatteva con il XXVI. Armee-Korps, della 18. Armee (HG Nord).

05/01/1944: Venne nuovamente creato lo Schnelle Abteilung 161, su due Kompanien (Panzerjäger) ed una terza (Flak).

14/01/1944: Truppe Sovietiche della 2. Armata d’urto dalla sacca di ORANIENBAUM sfondavano il fronte tra la 9. Feld-Division (L) e la 10. Feld-Division (L). La divisione in un primo momento da GATSCHINA muoveva per intervenire. Il giorno seguente la 42.Armata sovietica sfondava il fronte della 126. Infanterie-Division, la divisione iniziò a ritirarsi in direzione di NARWA.

15/01 -02/1944: Si ritirava combattendo da KINGISEPP in direzione di NARWA.

02/1944: Incamerò parte dei resti della distrutta 9. Feld-Division (L).

17-18 /03/1944: Truppe Sovietiche iniziavano un attacco concentrato dalle posizioni Ost-Sack e West-Sack verso nord con l’intenzione di attraversare la ferrovia che collegava NARWA, ed infine raggiungere il Mare. L’ordine di attacco venne dato al 109. Corpo fucilieri ed al nuovo arrivato 6. Corpo fucilieri. A supporto dell’attacco venne assegnata anche la 30. Panzer Brigade della guardia. L’attacco iniziò il 17/03 e continuò fino al 24/03 investendo le posizioni della divisione. Il fuoco di preparazione fu molto intenso ed il 930. Infanterie-Regiment della 256. Divisione fucilieri Sovietica tentò di sfondare la linea tenuta dal Grenadier-Regiment 162. In seguito all’attacco il GR162 iniziò a retrocedere raggiungendo la Kinderheimhöhe. La Panzergrenadier-Division Feldherrnhalle che si trovava sul fianco sinistro, operò per restare sulle proprie posizioni e distaccò un MG commando sulle posizioni del GR162. La situazione venne salvata da alcuni carri dello schwere Panzer-Abteilung 502 comandati da Otto Carius. A fine giornata le fanterie erano tornate sulle posizioni che avevano precedentemente perduto, ed i Tigre poterono lasciare la zona. In questi due giorni la divisione perdette 247 uomini, ma gli attaccanti molti di più. I Sovietici perdettero 28 carri e perì anche il comandante della 30. Panzer Brigade della guardia (Col. Spiller).

18-24/03/1944: Nei giorni seguenti la battaglia continuò. Nella sola giornata del 22/03 la divisione respinse 10 attacchi Sovietici.

02/04/1944: Ricevette parte dei resti della distrutta 9. Feld-Division (L).

Metà /04/1944: Nel settore del Grenadier-Regiment 162 in una battaglia difensiva, venivano distrutti 55 Carri Sovietici di cui 42 pesanti.

Fine /04/1944: Una Kompanie dello Schnelle Abteilung 161 raggiunse MLAWA (Mielau) in POLONIA, per essere formata sull’utilizzo degli Sturmgeschütze, che avrebbero dovuto essere consegnati al reparto.

05/1944: Venne sottoposta al III. (germanisches) SS-Panzerkorps e trasferita sul lato nord di una palude presso SINIMÄED? (Kinderheim) in ESTONIA. Posizionato sul fianco destro GR 176 (Oberst Frotscher), al centro il GR 151 (Major Hasse) e sulla sinistra il GR 162 (Oberstleutnant Beddies). Lo Schnelle Abteilung 161 (Major v. d. Planitz), venne riformato su una Kompanie di 7,62cm Panzerabwehrgeschütze [Russi], una Kompanie di 2cm Flak ed una Kompanie di Sturmartillerie (10 7,5cm StuG, non ancora ricevuti).

15/06/1944: Era sottoposta al XXXXIII. Armee-Korps dell’Armee-Abteilung “Narwa” (HG Nord).

07-08/1944: Venne trasportata a DAUGAV’PILS (Dünaburg) in LETTONIA, passando per JÖHWI e WESENBERG. Combatteva battaglie difensive nel settore di DAUGAV’PILS e BIRSEN. Il Grenadier-Regiment 162 venne trasportato con camion nella zona a sud-est di JELGAVA (Mitau) dove prese aprte alle battaglie sulla strada SIAULIAI (Schaulen)- JELGAVA.

09/08/1944: 5 Tiger dello schwere Panzer-Abteilung 502 con il Grenadier-Regiment 502 distruggevano una testa di ponte Sovietica sul fiume MEMEL ad est di RADVILISKUS, nel settore sud del fronte tenuto dalla divisione.

11/08/1944: Truppe sovietiche sfondavano il fronte della divisione presso CUZULI.

01/09/1944: Il Kommandeur der Infanterie-Divisions-Nachschubtruppen 161 venne rinominato in Divisions-Versorgungs-Regiment 161.

09/1944: Si trovava a WALK sottoposta al XXVIII. Armee-Korps della 18. Armee. Battaglie difensive ad est di RIGA, sulla Posizione Segewold (Segewold-Stellung):

05-06/10/1944: Un offensiva sovietica sfondava il fronte della 3. Panzerarmee e separava, a nord della città di MEMEL, la CURLANDIA (Kurland) creando una sacca contenente le truppe della 18. Armee, e della 16. Armee.

20/10/1944: Era isolata in CURLANDIA presso VAINODE, con il XXXIX. Panzerkorps.

Fine/10/1944: Raggiungeva LIEPAJA (Libau), via nave venne inviata a GOTENHAFEN dove venne riorganizzata nella 61. Volks-Grenadier-Division.

Bibliografia:

Bernage-De Lannoy Les Divisions de l’Armee de Terre Allemande Vol. I Heimdal France, 1994
Spunto per l’immagine wwiidaybyday.com Internet, 2005
www.lexikon-der-wehrmacht.de Internet, 2010
balsi.de Internet, 2010
www.axishistory.com Internet, 2010
www.feldgrau.com Internet, 2010
www.61infanterie-division.de.tl Internet, 2010

Libri:

Walther Hubatsch, 61. Infanterie-Division. Kampf und Opfer ostpreußischer Soldaten, Bad Nauheim 1958, erweiterte Neuauflage 1962, 80 pp

Walther Hubatsch, Die 61. Infanterie-Division 1939-1945. Ein Bericht in Wort und Bild, Podzun-Pallas-Verlag, Friedberg 1983, 160 pp


OKH - Oberkommando Heeres

Realizzato da Lorenzo Carbone